Easypeasy su Netbook ~ Installiamolo

Facciamo un bel regalo ai nostri ormai vecchi (e fuori produzione) netbook’s. Io l’ho fatto al mio  schifossimo e obsoleto ma più popolare Asus EeePC 900 che uso al cesso (ogni tipologia di dispositivo va usato nella sua relativa tipologia d’ambito). Ma è arrivata l’ora di dargli in pasto una bella mini distro basata su ubuntu, alcuni mettono xandros (orribile), altri mettono uno strano os chiamato windows xp (che roba è ?), io invece metto Easypeasy.
Scommetto che gia state morendo dalla voglia di vedere come si prenenta dal punto di vista grafico, vero ? Dite si ! Ok vi accontento:
16-9
EasyPeasy è basata su Ubuntu e l’interfaccia Netbook Remix su ambiente Gnome: monta un cazzutissimo kernel  2.6.32-14.20 ed è improntata per essere “Sociale” di default, ovvero adatta per seguire i vari social network.
Le opzioni di boot fornite da Unetbootin su pen drive sono  minime: Default, Help, oem=OEM install (for manufacturers).
Durante il boot incredibilmente a 1m 01s il desktop è pronto per eseguire i programmi, anche se solo a 1m 10s il cursore passa dalla clessidra al classico puntatore.  Anche se di poco batte Eeebunto 4.0 beta1.
Notiamo subito il desktop Netbook Remix nella nuova versione a due colonne,  Le icone sono magnificamente disegnate  e lo sfondo giallo verde del sole con effetti di luce danno un look veramente bello.
Anche la selezione di un programma è ben evidenziata da una grossa cornice, come la segnalazione che è in avvio, mentre balza subito all’occhio che ci sono effeti di trasparenza attivi nel desktop.

Le finestra si aprono a pieno schermo, e non ci sono pulsanti per ridurle (bisogna agire col tasto destro), il che potrebbe risultare scomodo se vogliamo utilizzare due applicazioni affiancate.

Sul fornte dei programmi si not61052v2a che Empathy ha sostituito Pidgin, mentre la webcam funziona alla perfezione con Cheese.

Tutto sommato EasyPeasy è molto promettente e potrà rivaleggiare con Eeebuntu Netbook Remix ad armi pressochè pari…

 

Vediamo come installarlo:

  • Scarica EasyPeasy
  • Scarica unebooting per il booting su pendrive usb. Versione: Ubuntu / Linux  o Windows
  • Formatta una pendrive da minimo 2gb in fat32
  • Avvia unebooting, selezione “Immagine disco“, dal tasto […] scegli l’iso di EasyPeasy, scegli da [unità] quella relativa al pendrive, clicca OK. Al termine ti chiede di riavviare ma non lo farai perchè la pendrive andrà tolta e inserita nel netbook.
  • Inserisci la pendrive nel netbook, accendilo, premi F2 al prompt, da dentro il bios vai nel tab di boot, scegli la pendrive come priorità di boot, salva ed esci dal bios. Al riavvio si avvierà EasyPeasy e sarà pronto per l’installazione. Il resto è talmente cosi intuitivo che sarebbe inutile descriverlo. Oltretutto mi scoccio 😉

La stessa procedura è valida anche su PC Desktop, Notebook e su Tablet di tipo x86. Nota: sui pc desktop il tasto per entrare nel bios è solitamente il “canc” solo in rari casi è l’F2 (in base al modello di scheda madre installata), quindi per non sbagliare provarli entrambi. Mentre su notebook e netbook è sempre F2. Invece sui tablet basta premere il tasto “up” del volume.

L’aternativa a EasyPeasy per netbook’s  è Lubuntu (che io preferisco), ma di esso tratterò un articolo dedicato in futuro, con tanto di guida per l’uso e l’installazione.

Sito ufficiale di EasyPeasy

 

 

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *